logo_normale.jpg
atlante_cop.jpg
Atlante fotografico e sonoro degli uccelli del Veneto

redattori
: Emanuele Stival, Fabio Piccolo e Maurizio Sighele


Introduzione

Il presente lavoro elenca e tratta tutti gli uccelli segnalati nella regione Veneto a partire dal primo gennaio 2001 fino ad oggi, tenendo conto di tutti i dati inediti e pubblicati a nostra conoscenza. Sono elencate anche le specie osservate prima del XXI secolo per un opportuno confronto ed esame.
Le specie trattate nel presente lavoro sono 383 in cat. A e C osservate nel XXI secolo, 23 segnalate tra il 1951 e il 2000, 23 note fino al 1950 (cat. B), 30 aufughe (delle 97 elencate a parte in cat. E) e 9 dubbie (cat. D). Queste 468 specie sono elencate qui sotto.

ELENCO DEGLI UCCELLI DEL VENETO NEL XXI SECOLO (in ordine sistematico)
ELENCO DEGLI UCCELLI DEL VENETO NEL XXI SECOLO (in ordine alfabetico)

I grafici e la cartina di distribuzione sono stati realizzati utilizzando le osservazioni di svariati collaboratori parzialmente già pubblicati (Stival, 2016), per maggiore dettagli si legga in [Metodi].
Per ogni specie trattata sono disponibili numerose foto per consentire il riconoscimento in diversi momenti dell'anno, almeno un'immagine della specie inserita nell’ambiente, una o più vocalizzazioni tra quelle ritenute più significative, alcuni altri dati o filmati.

Collaboratori e ringraziamenti:

Non ci stancheremo mai di ringraziare tutti i collaboratori, senza i quali questo lavoro non sarebbe stato possibile.
Chi ha fornito dati, chi fotografie, oppure ancora entrambi: Roberto Are, Nadia Barp, Luca Boscain, Antonio Bossi, Matteo Cargasacchi, Michele Cassol, Stefano Castelli, Ernesto Cavallini, Giovanni Cellini, Carla Chiappisi, Gianni Conca, Giovanni Contessa, Paolo Cugildi, Giangaetano Dalle Vedove, Davide de Marchi, Paolo Faifer, Carlotta Fassina, Andrea Favaretto, Alvise Ghirardi, Simone Grossule, Cristiano Izzo, Roberto Lerco, Ivan Martini, Francesco Mezzavilla, Maria-Giovanna Mitri, Angelo Nardo, Daniele Occhiato, Alessandro Paiusco, Menotti Passarella, Atos Pastorini, Michele Pegorer, Andrea Piazza, Fabio Piccolo, Giulio Piras, Vanni Polo, Daniela Ribaudo, Enrico Rovelli, Franco Salvini, Francesco Scarton, Arno Schneider, Luigi Sebastiani, Cesare Sent, Giacomo Sgorlon, Giacomo Sighele, Maurizio Sighele, Emanuele Stival, Stefano Tito, Aldo Tonelli, Oliviero Trebbi, Carlo Turchetto, Clelia Valdini, Emiliano Verza, Michele Vettorel, William Vivarelli, Franco Zanatta, Corrado Zanini [e poche altre fonti web di pubblico dominio].
Le vocalizzazioni sono state registrate perlopiù da Maurizio Sighele, inoltre da Emanuele Stival, Roberto Lerco e dagli iscritti a Xeno-Canto [e poche altre fonti web di pubblico dominio].

Metodi

Il presente lavoro elenca e tratta tutti gli uccelli segnalati nella regione Veneto a partire dal primo gennaio 2001 fino ad oggi, tenendo conto di tutti i dati inediti e pubblicati a nostra conoscenza. E' stato utilizzato un data-base con più di 125.000 dati forniti da più collaboratori che hanno eseguito rilievi inserendo i dati in ornitho, dal 2013 al 2015, in 382 comuni sui 576 esistenti in regione (Stival, 2016).

metodi_grafici.jpg
Probabilità di incontrare la specie in Veneto per mese (a sinistra) e fascia altitudinale (a destra)

Per ogni specie è stata preparata una scheda che indica, come mostrato ad esempio qui sopra, la probabilità di incontrare la specie in Veneto per mese (a sinistra) e fascia altitudinale (a destra). La probabilità di incontrare le specie in Veneto è stata calcolata eseguendo il rapporto tra il numero degli eventi riguardanti una singola specie e la globalità degli eventi secondo il data base raccolto.
Nel grafico temporale, sopra a sinistra, gli eventi globali sono calcolati, mese per mese, moltiplicando i  giorni totali di osservazione per ogni comune del Veneto. Nel grafico altitudinale, sopra a destra invece, gli eventi sono calcolati per fasce altitudinali: pianura; 0-199 m slm; collina: 200-599 m slm; montagna: >=600 m slm.
Per le specie che sono state osservate globalmente in un numero di mesi inferiori a 12, il valore finale è stato corretto dividendolo per il numero dei mesi nei quali la specie è stata vista e moltiplicando poi per 12. Questa correzione è stata fatta per ottenere una probabilità di osservazione "pesata" solo sui mesi di effettiva presenza della specie.

metodi_grafici2.jpg

Per alcune specie di presenza regolare delle quali mancano dati ricevuti nel periodo dal 2013 al 2015, ma per i quali sono note presenze desunte dalla bibliografia ornitologica, sono stati aggiunti dei cerchi pieni rossi per il grafico mensile e azzurri per i grafici altitudinali. Per i dati antecedenti al XXI secolo è stato utilizzato il colore grigio chiaro, per le specie fuggite dalla cattività il verde e per quelle di dubbia provenienza il celeste. Inoltre se la presenza è inconsueta, sporadica o eccezionale i cerchi sono sostituiti da anelli del medesimo colore. Si veda per esempio i grafici qui sopra.

specie_veneto.jpgspecie_acc_veneto.jpg

Probabilità di incontrare la specie in Veneto per provincia (a sinistra) e
presenza/assenza per le specie accidentali (a destra); in grigio le osservazioni storiche ante 2001

Grazie a una mappa regionale è illustrata la probabilità di incontrare la specie in Veneto per ognuna delle sette province venete. L’esempio di cartina sopra a sinistra è stato realizzato con lo stesso metodo utilizzato e descritto per il grafico suddiviso per fasce altitudinali, eseguendo però i calcoli per ognuna delle 7 province del Veneto. Laddove nel database utilizzato (riferito al periodo 2013-2015) non sia stato riscontrato nessun dato in una determinata provincia, questa è stata comunque colorata in giallo pallido in presenza di dati (inediti e/o bibliografici) relativi al periodo 2001-2016. Anche in questo caso, inoltre, si è utilizzato il grigio per le osservazioni provinciali in periodi antecedenti il XXI secolo. La cartina di destra qui sopra è un esempio di presenza provinciale relativo a specie occasionali/accidentali osservate in Veneto dopo il 2000, segnalate cioè al massimo in 10 occasioni: in giallo pallido per presenze nel XXI secolo, in grigio per segnalazioni più datate.

ocafac_veneto.jpgmorarl_veneto.jpgdamden_veneto.jpg

Così come per i grafici, anche per le mappe i dati relativi alle specie fuggite dalla cattività sono indicati in verde, mentre per quelli dubbi si è adottato il celeste, come negli esempi qui sopra; in grigio le osservazioni storiche ante 2001.

La lista delle specie è stata compilata seguendo quanto suggerito dalla IOC World Bird List (Gill & Donsker, 2018) che è quasi sovrapponibile alla check list degli uccelli italiani (Brichetti & Fracasso, 2015a; 2015b), differendo in particolare per l'oca granaiola e gli organetti; il piccione selvatico è riportato come piccione di città. Per i nomi delle specie aufughe ci si è riferiti anche alla lista delle specie naturalizzate in Italia (Baccetti et al., 2014).

Limiti e possibili errori introdotti nel metodo usato. I dati utilizzati per il calcolo dei grafici e della cartina sono i medesimi utilizzati per il Rapporto Ornitologico del Veneto 2013 - 2015 (Stival, 2016) opportunamente rielaborati. I principali possibili errori introdotti sono la omissione della registrazioni di osservazioni di specie comuni e la ripetuta registrazione di specie rare che sono visitate in una medesima località di sosta conosciuta a vari osservatori. Ciò causa squilibri nei grafici e nelle cartine che sono da ritenersi semplicemente indicative delle probabilità di osservazione delle varie specie.

Bibliografia:

Baccetti N., Fracasso G., Gotti C., 2014. La lista CISO-COI degli uccelli italiani - Parte seconda: le specie naturalizzate (cat. C) e le categorie “di servizio” (cat. D, E, X). Avocetta 38: 1-21.
Brichetti P., Fracasso G., 2015a. Check-list degli uccelli italiani aggiornata al 2014. Riv. ital. Orn. 85: 31-50.
Brichetti P., Fracasso G., 2015b. Ornitologia Italiana, Vol. 9. Edizioni Belvedere, Latina.
Gill F., Donsker D. (Eds), 2018. IOC World Bird List (v8.2). doi: 10.14344/IOC.ML.8.2. http://www.worldbirdnames.org/
Stival E. (red.), 2016. Veneto 2015: frequenze e diffusione delle specie ornitiche e confronto anni 2013-2015 - PDF.