bv_logo.jpg



CHECK-LIST del
PALEARTICO OCCIDENTALE

e d'Italia, del Veneto e delle province venete

WESTERN PALEARCTIC
CHECK-LIST

and Italy, Veneto and Venetian provinces

a cura di Giacomo Sighele, Maurizio Sighele, Emanuele Stival
aggiornata al 31.12.2019 - © Birding Veneto, 2020


Il Paleartico occidentale

Western Palearctic Ogni birder si segna le specie che ha osservato nella propria vita o in un determinato anno, in tutto il mondo o in un sito molto piccolo e via via a piacere (vedi la pagina dei lister): questo elenco lo chiamiamo comunemente check-list.

Se è facile sentir nominare e comprendere cos'è la check-list degli uccelli di tutto il mondo oppure di una nazione o di una provincia, eccetera, solitamente non si sente mai parlare di check-list dell'Europa, ma del Paleartico occidentale. Anche le guide di identificazione sono riferite al "Paleartico occidentale". Ma perché? e che cos'è?

Il "perché" sta nel fatto che, se è vero ci sono delle specie cosmopolite, in realtà noi normalmente non osserviamo specie che vivono in tutto il mondo, ma quelle di un'area geografica: a queste noi ci interessiamo e queste specie vivono perlopiù solo in quest'area. E la nostra area geografica non è limitata ai confini europei, ma alla parte occidentale della regione (ecozona) che si chiama Paleartico.

Definire esattamente i confini del Paleartico occidentale non è così facile, tanto che non c'è uniformità tra gli ornitologi e alcuni sono "più larghi" di altri. Facile dire che comprende l'Europa ad est fino agli Urali, il Medio Oriente fino al Golfo Persico, il nord Africa e Capo Verde, nell'Atlantico fino alle Azzorre... Più difficile è mettersi d'accordo sui confini meridionali... Chi fosse interessato ad approfondire su questo argomento può consultare siti specifici, si veda ad esempio questo articolo su British Birds, questo blog che parla dei confini classici ed allargati, o questo vecchio numero di Quaderni di birdwatching.

La check-list del Paleartico occidentale (e italiana, veneta, provinciale) di Birding Veneto

Di check-list del Paleartico occidentale ne esistono molte, anche su web, le differenze tra una e l'altra consistono: nella scelta tassonomica, che fa sì tra una lista e l'altra che ci siano elencazioni diverse, nomi scientifici diversi, split diversi (specie che sono tali in una tassonomia e sottospecie in altre); nell'aggiornamento, sia per nuove segnalazioni ma anche per la rapida presa in carico delle variazioni tassonomiche.

La check-list del Paleartico occidentale che proponiamo dal 2017 è stata preparata sulla base tassonomica della IOC (Gill F. & Donsker D., 2019), che è costantemente aggiornata ed è la scelta tassonomica adottata in numerosi paesi europei, in Regno Unito solo per fare un esempio. In Italia era stata fatta inizialmente la stessa scelta, ma la bozza della nuova check-list italiana CISO-COI (Baccetti et al., 2019) ha valutato un'altra opzione, con conseguenti parziali differenze che troverete nell'aggiornamento 2020 della nostra check-list e nel dettaglio nell'introduzione della bozza della lista del CISO COI a cui si rimanda.

Per quanto riguarda le specie alloctone, abbiamo considerato "valide" per la check-list del Paleartico occidentale quelle inserite in lista C (specie alloctone naturalizzate) in almeno una delle diverse check-list nazionali. Sono invece escluse dall'elenco le specie in lista D (selvaticità dubbia) e quelle in lista E (certamente aufughe o introdotte) nel Paleartico occidentale.

Ma la check-list che abbiamo preparato (con i nomi anche in italiano, che non fa mai male) ha la peculiarità di elencare non solamente tutti gli uccelli del Paleartico occidentale, ma indica anche quali specie sono state segnalate in Italia, in Veneto e in ognuna delle province venete! Grazie a colonne diverse per ognuna delle liste italiana/veneta/provinciale, infatti:

  • un segno [] indica che la specie non è compresa in quella check-list,
  • la [A] che la specie è stata osservata solo nella seconda metà XX secolo (1950-2000),
  • la [B] che la specie è stata osservata solo prima del 1950,
  • la [D] che la specie è stata segnalata ma l'origine selvatica è dubbia,
  • la [E] indica che per quell'elenco la specie è considerata aufuga, in lista E.
  • Con una così ampia mole di dati gli errori sono dietro l'angolo: per segnalare imprecisioni od omissioni scrivete a Giacomo Sighele, grazie.

    La check-list del Veneto e ognuna delle check-list provinciali venete sono state trasferite anche sull'Atlante foto sonoro del Veneto, preparato da Emanuele Stival e Maurizio Sighele.

    gruppo

    Aggiornamento al 31 dicembre 2019

    È stata effettuata una completa revisione della check-list precedente, in particolare sono state inserite tutte le novità e apportate tutte le modifiche di sequenza e di nomenclatura secondo la IOC (Gill F. & Donsker D., 2019) per il Paleartico occidentale e per l'Italia. Per il Veneto e le sue province si è provveduto a una ampia revisione per nuove segnalazioni e nuove acquisizioni bibliografiche. È stata inoltre inserita l'indicazione con la lettera [A] per quelle specie che sono state segnalate tra il 1950 e il 2000, ma non più recentemente (cioè in lista A, ma non segnalate nel secolo in corso).

    Tutte le novità, le variazioni, le modifiche, le nuove acquisizioni sono descritte in questo PDF di aggiornamento 2020.

    Western Palearctic
    Ecco il file Excel da scaricare! ----> DOWNLOAD       [update Jan 2020]  -->

    Rappresenta la check-list aggiornata del Paleartico occidentale
    Ma in pratica rappresenta anche le check-list d'Italia, del Veneto, e di ognuna delle province venete...


    Ultimi AGGIORNAMENTI - NOVITA' - REVISIONI nel dettaglio
    in QUESTO FILE PDF - aggiornamento 2020




    Compilazione

    Per chi non volesse ri-compilare da zero un nuovo file, ma usare quello precedente, nel file di riferimento con l'aggiornamento 2020 è spiegato esattamente dove inserire le novità rispetto alla precedente check-list e la nuova sequenza degli ordini, che è stata rivoluzionata.

    Indicate ogni specie che avete osservato con una X. Se inserite la X per una delle province venete in automatico verrà inserita una X anche per il Veneto, per l'Italia, per il WP. Se inserite la X in Italia (perché avete visto quella specie solo in Toscana, ad esempio), in automatico verrà inserita anche per il WP, e così via... Il totale di ogni colonna verrà automaticamente aggiornato in alto per ogni colonna.

    Se in quella determinata casella trovate in rosso un , una A, una B, una D, una E, è possibile che ci si trovi davanti a un dato inusuale: in tal caso mettete la X solo se ne siete certi e comunicatecelo.

    Se volete comunque segnare a vostra memoria che avete osservato una specie alloctona o dubbia, per evitare che venga conteggiata nei totali potete segnarla come "EX" o "XE", ad esempio.

    Una volta compilato, inviate poi il vostro file a Maurizio Sighele per essere inseriti nella pagina dei lister veneti.