logo_normale.jpg
LOGO
Atlante FotoSonoro
degli Uccelli del Veneto
ed. 2019



redattori
: Emanuele Stival & Maurizio Sighele







Introduzione

Stiamo preparando il nuovo atlante foto-sonoro del Veneto. Per ora sono pronte solo alcune schede.

Questo atlante elenca e illustra tutti gli uccelli segnalati nella regione Veneto a partire dal primo gennaio 2001 fino ad oggi, tenendo conto di tutti i dati a nostra conoscenza: pubblicati, inediti e quelli inseriti nel data base online ornitho.it che ci sono stati messi a disposizione dai segnalatori.

Le specie trattate nel presente lavoro sono quelle in cat. A e C osservate nel XXI secolo. Saranno successivamente elencate e illustrate anche le specie segnalate tra il 1951 e il 2000, quelle note fino al 1950 (cat. B), le aufughe e le dubbie (cat. D), così come nel precedente atlante.

Il nuovo atlante nasce dalla collaborazione di numerosi segnalatori che hanno concesso i propri dati e/o hanno inviato e concesso le loro immagini. In particolare, molti osservatori ci hanno inviato i propri dati raccolti con ornitho.it e grazie a queste informazioni si sono potute elaborare le frequenze di osservazione regionali secondo alcuni parametri, cioè a seconda della zona, della quota e del periodo dell'anno.

ELENCO DEGLI UCCELLI DEL VENETO NEL XXI SECOLO
(in ordine sistematico)


ELENCO DEGLI UCCELLI DEL VENETO NEL XXI SECOLO
(in ordine alfabetico)

Stiamo preparando il nuovo atlante foto-sonoro del Veneto
NUOVI E MAGGIORI DATI, NUOVI E MAGGIORI COMPONENTI FOTO/AUDIO

Per ora sono pronte le schede dei non-Passeriformi

(7.06.2019)

Metodi

Stiamo preparando il nuovo atlante foto-sonoro del Veneto. Per ora sono pronte solo alcune schede.

Le specie trattate nel presente lavoro sono 383, cioè quelle in cat. A e C osservate nel XXI secolo in Veneto. Saranno successivamente elencate e illustrate anche le specie segnalate tra il 1951 e il 2000, quelle note fino al 1950 (cat. B), le aufughe e le dubbie (cat. D).

Così come per la nostra Check-list del Paleartico occidentale, la lista delle specie è stata compilata seguendo la tassonomia suggerita dalla IOC World Bird List (Gill & Donsker, 2018). Per i nomi delle specie aufughe ci si è riferiti anche alla Lista delle specie naturalizzate in Italia (Baccetti et al., 2014).

Gli osservatori hanno inviato i propri dati ornitologici veneti riferiti all'arco temporale tra il 2009 e il 2018, registrati sulla piattaforma online ornitho.it e che ci sono stati girati dai diversi osservatori grazie al metodo di estrazione su file Excel descritto in questa guida [PDF]).

I dati raccolti in tal modo sono stati oltre 500.000, giunti da circa 70 osservatori. Grazie a questi dati è possibile rendersi conto dove è più facile osservare una determinata specie in Veneto visualizzando:

  • la distribuzione geografica regionale, su una griglia 20x20 Km (su base UTM)
  • la frequenza a seconda del periodo dell'anno, frazionato in decadi
  • la frequenza a seconda della quota di osservazione, considerando 3 fasce (pianura, collina, rilievi)

Rispetto alla proposta del precedente atlante:

  • il numero di osservatori è circa 10 volte superiore
  • i dati sono ora relativi a un decennio, non a un triennio
  • il numero di dati elaborato è oltre 4 volte più grande
  • abbiamo ora considerato una griglia di 20x20 Km invece che colorare le province interessate dalle segnalazioni
  • la frequenza durante l'anno è frazionata in decadi e non in mesi
  • per ogni specie è stata riassunta la frequenza di segnalazione in ognuno dei 10 anni considerati da questo lavoro
  • sono aumentate e migliorate le immagini, i video e le voci
grafici
frequenza di osservazione del piro piro boschereccio in Veneto tra il 2009 e il 2019 (a sn) e frequenza di segnalazione per fascia altitudinale (a ds)

Per ogni specie è stata preparata una scheda che indica, come mostrato ad esempio qui sopra e sotto, la frequenza di osservazione in Veneto nel decennio 2009-2018, quanto spesso la specie sia stata incontrata in Veneto a seconda della fascia altitudinale (sopra a destra) e la frequenza per decade durante l'anno (sotto). La probabilità di incontrare le specie in Veneto è stata calcolata eseguendo il rapporto tra il numero degli eventi riguardanti una singola specie e la globalità degli eventi secondo il data base raccolto. Nel grafico altitudinale (sopra a destra) gli eventi sono calcolati per fasce altitudinali: pianura; 0-199 m slm; collina: 200-599 m slm; montagna: >=600 m slm. Nel grafico temporale (sotto) gli eventi globali sono calcolati, decade per decade, moltiplicando i giorni totali di osservazione per ogni cella.

grafici
frequenza di segnalazione del tarabusino in Veneto per decade

Grazie a una mappa regionale è illustrata la probabilità di incontrare la specie in Veneto in una griglia di celle di 20 Km per lato. La frequenza di osservazione per ogni specie è stata calcolata rapportando le segnalazioni di una singola specie al totale delle segnalazioni. In particolare per i grafici e le cartine sono stati calcolati: (osservazioni di una specie+giorni+quadrati utm)/(giorni+quadrati utm).

Laddove nel database utilizzato non sia stato presente alcun dato, ma avessimo avuto informazioni della presenza della specie nel decennio 2009-2019, abbiamo segnalato questa presenza con dei pallini verde chiaro bordati di nero. Analogamente il dato è mostrato nel grafico della presenza per decadi con un pallino bordeaux.

grafici
la mappa di segnalazione della pivieressa in Veneto

Limiti e possibili errori introdotti nel metodo usato. I principali possibili errori introdotti sono la omissione della registrazioni di osservazioni di specie comuni e la ripetuta registrazione di specie rare che sono visitate in una medesima località di sosta conosciuta a vari osservatori. Ciò causa squilibri nei grafici e nelle cartine che sono da ritenersi semplicemente indicative delle probabilità di osservazione delle varie specie.

Si ricorda che i valori inseriti nei grafici e nella mappa sono relativi alla frequenza di osservazione di ogni specie in Veneto e non al numero degli individui presenti sul territorio.


In futuro vorremo aggiornare ancora: è quindi importante che inseriate le vostre osservazioni su ornitho.it, e sarebbe opportuno che le vostre impostazioni di condivisione siano così come in questo esempio [PDF].

Per ulteriori informazioni scrivete a Emanuele Stival o a Maurizio Sighele.

Collaboratori e ringraziamenti

Chi ha fornito dati per il periodo 2009-2018: Nicola Adestrini, Nadia Barp, Paolo Bertini, Tomaso Bisol, Mauro Bon, Giovanni Borin, Luca Boscain, Roberto Boscaini, Antonio Bossi, Massimo Bozza, Maurizio Busato, Claudio Cagnan, Matteo Cargasacchi, Michele Cassol, Stefano Castelli, Alessandro Cavalli, Ernesto Cavallini, Giovanni Cellini, Carla Chiappisi, Moreno Chillon, Micaela Cristofoletti, Lorenzo Dalla Libera, Marco Dal Zotto, Adriano de Faveri, Davide de Marchi, Vittorio Fanelli, Alessandro Ferrantini, Roberto Giubilato, Simone Grossule, Cristiano Izzo, Roberto Lerco, Antonio Madaghiele, Cristiano Mantovani, Flavio Menegat, Francesco Mezzavilla, Maria Giovanna Mitri, Fabio Moretto, Andrea Mosele, Angelo Nardo, Sandra Niero, Alessandro Paiusco, Atos Pastorini, Guido Perdisa, Jessica Peruzzo, Fabio Piccolo, Vanni Polo, Franco Salvini, Francesco Scarton, Arno Schneider, Luigi Sebastiani, Giacomo Sgorlon, Giacomo Sighele, Maurizio Sighele, Giuseppe Speranza, Emanuele Stival, Annalisa Sutto, Andrea Tarozzi, Matteo Toller, Aldo Tonelli, Oliviero Trebbi, Danilo Trombin, Enrico Vettorazzo, Marco Vicariotto, Silvano Viscardi, Franco Zanatta, Corrado Zanini, Marco Zenatello.

Chi ha concesso le fotografie oppure ha fornito dati non contenuti in ornitho.it: Roberto Are, Nadia Barp, Paolo Bertini, Luca Boscain, Antonio Bossi, Matteo Cargasacchi, Michele Cassol, Stefano Castelli, Ernesto Cavallini, Giovanni Cellini, Carla Chiappisi, Gianni Conca, Giovanni Contessa, Maurizio Cordioli, Micaela Cristofoletti, Paolo Cugildi, Lorenzo Dalla Libera, Giangaetano Dalle Vedove, Davide de Marchi, Massimo Faccioli, Paolo Faifer, Igino Falco, Carlotta Fassina, Andrea Favaretto, Riccardo Fiorentini, Sonia Gaetani, Alvise Ghirardi, Simone Grossule, Cristiano Izzo, Roberto Lerco, Maurizio Lezzi, Ivan Martini, Francesco Mezzavilla, Maria-Giovanna Mitri, Angelo Nardo, Patrizia Nascimben, Daniele Occhiato, Alessandro Paiusco, Menotti Passarella, Atos Pastorini, Michele Pegorer, Gianluca Perlato, Andrea Piazza, Fabio Piccolo, Giulio Piras, Luigina Pollini, Vanni Polo, Daniela Ribaudo, Enrico Rovelli, Franco Salvini, Francesco Scarton, Arno Schneider, Luigi Sebastiani, Cesare Sent, Francesco Sestili, Giacomo Sgorlon, Giacomo Sighele, Maurizio Sighele, Emanuele Stival, Simonetta Tascio, Stefano Tito, Aldo Tonelli, Emanuele Tonolli, Oliviero Trebbi, Carlo Turchetto, Clelia Valdini, Emiliano Verza, Michele Vettorel, William Vivarelli, Franco Zanatta, Roberto Zanella, Corrado Zanini.

Le vocalizzazioni sono state registrate perlopiù da Maurizio Sighele, quindi da Emanuele Stival, Roberto Lerco e dagli iscritti a Xeno-Canto.

Il logo è stato realizzato da Filippo Fabiano e Giacomo Sighele.

Bibliografia:
  1. Baccetti N., Fracasso G., Gotti C., 2014. La lista CISO-COI degli uccelli italiani - Parte seconda: le specie naturalizzate (cat. C) e le categorie “di servizio” (cat. D, E, X). Avocetta 38: 1-21 - [PDF]
  2. Gill F., Donsker D. (Eds), 2018. IOC World Bird List (v8.2). doi: 10.14344/IOC.ML.8.2 - [http://www.worldbirdnames.org/]
  3. Sighele G, Sighele M., Stival E. (red.), 2019. Check-list degli uccelli del Paleartico occidentale, d'Italia, del Veneto e delle province venete - [birdingveneto.eu/wp_cl_2018]